link
WhatsApp:
Gioco posizionale: quale metodologia? - Volume 2

Gioco posizionale: quale metodologia? - Volume 2

Libro a colori - formato A4 - Pag.142

WWW.ALLENATORE.NET EDIZIONI

DISPONIBILITA' IMMEDIATA

Il calcio è uno sport in continua evoluzione: se fino a poco tempo il modulo di gioco rappresentava la struttura tattica per eccellenza, all'interno della quale i giocatori si rapportavano tra di loro attraverso schemi piuttosto rigidi, oggi la dinamicità del gioco e la mobilità dei calciatori sono presupposti fondamentali per sviluppare manovre eterogenee e quindi maggiormente imprevedibili.


Dal giocare per ruoli stereotipati si è passati oggi al creare relazioni posizionali attraverso l'attuazione dei moderni principi.


Il fine di ogni azione di gioco non cambia e rimane sempre quello di fare (ed evitare) goal; a cambiare è invece l'interpretazione degli spazi, delle posizioni e conseguentemente degli sviluppi.
Si tratta di una evoluzione marcata che coinvolge in maniera forte e diretta la metodologia di allenamento.


Il giocatore oggi è chiamato a prendere decisioni rapide, in un ambiente fortemente variabile, nella maniera più efficace rispetto alla situazione che dovrà affrontare.
Per l'allenatore di qualsiasi categoria è indispensabile affinare un metodo che aiuti i propri giocatori a svincolarsi dal classico ruolo prestabilito e li induca a percepire la loro funzione nello spazio come dimensione determinante nello sviluppo della manovra.
L'abitudine a percepire, analizzare, collaborare, scegliere - a volte riadattare e scegliere ancora - si migliora infatti durante la settimana attraverso l'utilizzo di mezzi di lavoro specifici.

 

Attraverso il primo e il secondo volume de “Gioco posizionale: quale metodologia?” gli autori, Cristi, Mattiaccia e Saporetti, hanno evidenziato gli aspetti fondamentali del gioco di posizione e delineato, esponendo numerose esercitazioni, il percorso metodologico per l'acquisizione sia delle abilità tecniche e cognitive che della capacità di interagire con i compagni.

 

In particolare, in questo secondo volume, gli autori hanno focalizzato la loro attenzione sulle “regole” del gioco di posizione, in stretta correlazione con il concetto di superiorità posizionale. Da ciò si evince come la cooperazione, frutto di una condivisione nella lettura del gioco e degli spazi, e la capacità di “ruotare” le posizioni rappresentino oggi dei fattori fondamentali per rendere varie ed imprevedibile la manovra.

Da un punto di vista metodologico, le proposte didattiche hanno quasi sempre una direzione e sono quindi associabili agli obiettivi tattici della gara e al ciclo del gioco. Le esercitazioni di cui si compone questo secondo volume includono le trame, le esercitazioni settoriali, i possessi e le partite a pressione, le esercitazioni a campo intero.

Il libro si integra e si completa con il primo volume che invece è maggiormente orientato sullo sviluppo delle abilità individuali.

 

In nessuno dei due volumi troverete formule vincenti, ma semplicemente una lente diversa per arrivare a definire e realizzare una metodologia in linea con il gioco posizionale.

 

 

Gioco posizionale: quale metodologia? - Volume 2

4.75

4 Recensioni

5 stelle
4 stelle
3 stelle
2 stelle
1 stella
Gioco posizionale: quale metodologia? - Volume 1

Gioco posizionale: quale metodologia? - Volume 1

Il percorso metodologico per lo sviluppo delle dinamiche di gioco.

200 giochi a tema per la tattica di squadra nel calcio

200 giochi a tema per la tattica di squadra nel calcio

Uno schedario con proposte derivanti dalle esperienze di Michel Dumont in venticinque anni di attivita' nei piu' prestigiosi club francesi. Sono giochi a tutto campo o in particolari zone di gioco e con la partecipazione di due o piu' gruppi con temi precisi di lavoro tattico e tecnico.

Dominare il gioco

Dominare il gioco

Principi, metodo e organizzazione per gestire le situazioni della partita.