La costruzione della manovra

La costruzione della manovra

LIBRO (17 X 24 cm. - 397 pagg.)

Edizioni Nuova Prhomos

DISPONIBILITA' IMMEDIATA

 

Il libro offre un metodo razionale all’allenatore che si pone come obiettivo la costruzione della manovra in modo sistematico ed organizzato.

 

In esso vengono indicati i passi successivi che consentono alla squadra di acquisire  le conoscenze per sviluppare il gioco, la manovra e la rifinitura, in modo “coscientemente articolato” (per mezzo di concetti, principi e sviluppi fondamentali relativi all’occupazione dello spazio in rapporto al tempo, allo smarcamento, ecc.).

 

Nel testo vengono proposte esercitazioni che mirano a simulare le cosiddette “ripartenze”.

In questo tipo di azioni la velocità è determinante ed arrivare nel minor tempo possibile alla conclusione in porta è un fattore decisivo per realizzare il gol. Nel presente elaborato viene dato risalto alla linea didattica che prevede di trattare i vari argomenti partendo da situazioni analitiche, semplici per proseguire sequenzialmente verso situazioni globali, complesse.

 

È bene sottolineare che durante l’esecuzione delle esercitazioni proposte, con particolare riferimento ai “movimenti d’attacco”, oltre all’obiettivo primario, che è quello di insegnare a costruire la manovra, si sviluppa anche gran parte della tecnica calcistica e, nello specifico, si sviluppa gran parte della tecnica di base (i gesti tecnici) e della tecnica applicata in fase di possesso, oltre che della tattica collettiva che si mette in atto per mezzo dei principi della tattica in fase di possesso e per mezzo degli sviluppi in fase di possesso, che sono l’applicazione pratica dei principi.

Sulla base di quanto appena esposto, gli autori ritengono che far eseguire i movimenti d’attacco a livello giovanile rappresenta un momento di crescita complessiva, anche sul piano tecnico.

 

Nella scelta di proporre i movimenti d’attacco, si deve tener conto della categoria giovanile di appartenenza; più i calciatori sono piccoli, minore deve essere il numero di calciatori coinvolto nel suo sviluppo, ad esempio: 3>0, 4>0, 5>0 e 6>0, e le dimensioni dello spazio destinato a tali esercitazioni devono essere adeguate alle capacità condizionali dei giovani atleti. Si arriverà a proporre il coinvolgimento di dieci calciatori, per il 10>0, solo nelle ultime categorie giovanili.

 

Il basso numero di protagonisti durante lo svolgimento dei movimenti d’attacco coinvolge attivamente i giovani calciatori, perché il contatto con la palla è frequente. Si sottolinea che, se si tratta di addestrare giovani calciatori, è bene che nei singoli ruoli si esercitino alternativamente tutti i componenti della squadra, in modo che ciascuno abbia la possibilità di misurarsi, mettersi alla prova, in un ruolo che non è il proprio, almeno fino a quel momento.

 

Il risultato di “provare” ad interpretare un ruolo diverso da quello normalmente ricoperto non potrà che costituire un arricchimento del bagaglio motorio, tecnico e tattico; inoltre, vivere sulla propria pelle le difficoltà specifiche del ruolo consente di capire le difficoltà del compagno che ricopre normalmente quel ruolo e quelle dell’avversario che si ha di fronte durante la gara.

 

Le esercitazioni proposte vanno ad interessare anche l’aspetto relativo alla preparazione atletica del calciatore.

 

Sarà opportuno, quindi, valutare il tipo di lavoro di natura condizionale, attualmente sempre più “integrata”, che si sta svolgendo durante ciascuna esercitazione, in modo da calibrare i recuperi e le ripetizioni per raggiungere l’obiettivo, magari secondario, che ci si è posto.

Modulo 4-3-2-1

Modulo 4-3-2-1

Sviluppi, principi e didattica del 4-3-2-1.

Modulo 4-4-2

Modulo 4-4-2

Il manuale del gioco a zona. Il libro proprone gli  schemi difensivi ed offensivi e le mosse ottimali per contrapporsi con la massima efficacia al modulo avversario.

Modulo 4-3-1-2 - vol.1 fase offensiva

Modulo 4-3-1-2 - vol.1 fase offensiva

Un libro di tattica molto dettagliato per l'insegnamento del modulo 4-3-1-2.